Ecco finalmente il cofanetto della fase uno della Marvel


MTV, ci fa vedere finalmente come è il design dello speciale cofanetto che la Marvel ha preparato per raccogliere tutti i film della fase 1, e dell’altro materiale speciale :

Il cofanetto conterrà la versione 2D e 3D di The Avengers, Captain America: Il Primo Vendicatore e Thor, e le versioni BRD di Iron Man, Iron Man 2 e L’Incredibile Hulk, oltre altro materiale esclusivo, come un dvd pieno di informazioni mai visionato. La data di uscita per gli USA è il 25 settembre, ancora non si sa niente sull’uscita in Italia.

Articolo a cura di Anthony Stark

Annunci

Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno è improbabile che batterà The Avengers al box office


Variety riporta che la Warner Bros. ha deciso di incrementare gli schermi internazionali in cui verrà proiettato Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno. La Warner, infatti, punta ad incrementare il guadagno anche a livello internazionale e non solo in madrepatria; il precedente film del 2008, infatti, è il 4° film più visto di tutti i tempi in USA ma è il 35° nella lista di quelli più visti a livello internazionale.

Il problema più noto, infatti, è che i film di Christopher Nolan non hanno molta presa sul pubblico internazionale come lo sono in madrepatria. Non è un caso che il terzo film sia stato posticipato dalla Warner Italia al 29 agosto proprio per evitare un confronto diretto con The Amazing Spider-Man (titolo sempre distribuito da noi dalla Warner Italia che detiene i diritti di distribuzione anche di titoli Sony Pictures), film che – anche se è un reboot – richiama il pubblico al cinema ed è capace di incassare molto bene. I dati italiani, infondo, parlano chiaro: mentre i tre film di Spider-Man sono riusciti a fare incassi straordinari, i Batman di Nolan hanno faticato ad arrivare a cifre soddisfacenti. E questo sembrerebbe un problema internazionale piuttosto che solo italiano.

Altro problema è la durata del film che limiterebbe non molto le proiezioni giornaliere, riducendole al minimo indispensabile. Secondo gli analisti il film non riuscirà a battere The Avengers al box office in quanto, nonostante abbia un grande hype, non sarebbe paragonabile a quello avvenuto a livello globale per il film di Joss Whedon. Vi terremo aggiornati.

Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno è il terzo ed ultimo capitolo della saga dedicata a Batman, il supereroe della Dc Comics, che vede la firma di Christopher Nolan. In questo terzo capitolo l’eroe interpretato da Christian Bale deve affrontare una nuova minaccia, il Bane interpretato da Tom Hardy, la misteriosa Selina Kyle (Anne Hathaway) e fare i conti con la sua vita da “fuggiasco”. Esce a luglio 2012, in Italia a fine agosto 2012.

Articolo a cura di Fabioisanhero

Box Office: Men In Black 3 vince il Memorial Day ma The Avengers lo tallona


Alla fine Will Smith ce l’ha fattaMen In Black 3 è riuscito a fare quello che non è riuscito a fare nessuno da molte settimane…Scalzare The Avengers dalla vetta dei film più visti in America. Il terzo film della saga dei MIB, arrivato con dieci anni di ritardo, riesce a conquistare in questo lungo week-end americano del Memorial Day circa 70 milioni di dollari. Un buon risultato per una saga “vecchia” e rivitalizzata al cinema dopo cosi tanto ma, comunque sia, non in linea con le performance del precedente (Men In Black 2 aveva incassato qualcosa di più e nemmeno sfruttando il 3D). A livello internazionale il film con Smith è riuscito a portarsi a casa ben 133.2 milioni di dollari per un totale globale di 203.2 milioni di dollari.

Scivola in seconda posizione, ma perdendo solo un misero 16% (incredibile), il fenomeno The Avengers che in questo lungo week-end riesce a raccogliere altri 46.8 milioni di dollari portandosi ad un totale di 523.6 milioni di dollari in America incassati ad oggi. A livello mondiale si assesta su 1 miliardo e 305.

Articolo a cura di Fabioisanhero

The Avengers: parla lo scenografo James Chinlund


In un’intervista alla rivista HeroComplex, lo scenografo del film The AvengersJames Chinlund, ci svela i segreti della pellicola :

La sfida più urgente era quella di far coesistere, personaggi provenienti da mondi diversi con dei linguaggi visivi diversi, nel nostro mondo al giorno d’oggi. Con il film di Iron Man, la Marvel ebbe tale successo che cominciò a pensare di creare una continuity cinematografica plausibile, anche se la tecnologia di Iron Man non è di questo mondo, ma si poteva farla diventare reale. C’è stata molta cura per mantenere plausibili determinate scene. Ho sentito un tremendo senso di responsabilità verso tutti gli altri artisti e scenografi che hanno lavorato nei precedenti film, nel consegnare un mondo equilibrato e coeso, pur mantenendo le peculiarità di ogni personaggio.

Per quanto riguarda la Stark Tower. Quella che si vede è la rappresentazione finale dell’idea che Stark avesse preso l’edificio della MetLife (ex PanAm), gli togliesse la parte finale, e ne aggiungesse una personalizzata. L’altezza arrogante dell’edificio è l’essenza di Stark. Come scenografo, questo era il set più gratificante da allestire, essendo cresciuto a New York e guardando quel palazzo tutti i giorni per tutta la vita, poter modificare la sua storia, per sempre, è stata un’opportunità straordinaria. Nello scegliere l’edificio MetLife abbiamo anche studiato la topografia delle strade, ricche di passaggi nel sottosuolo unici a New York, come il viadotto sul 42esima Strada e le gallerie che stanno dietro alla Grand Central Station, per non parlare della stazione stessa, la deflagrazione finale ci darà molte idee per il futuro.

L’Helicarrier è stato un altro risultato impressionante per il film. E ‘stata una sfida enorme mettere insieme tutte le versioni dell’Helicarrier che si sono succedute nel corso della storia Marvel e la creazione di un esercito e relativi mezzi militari che apparissero realistici e plausibili agli occhi degli spettatori, senza creare a loro una senso di incredulità. Penso che tutte le persone coinvolte si sono impegnate a rendere un mostro lungo 1500 metri realistico durante la battaglia nella stazione e non qualcosa che si fosse schiantato sulla terra in una palla di fuoco. Durante la nostra ricerca abbiamo guardato tutti i tipi di veicoli, storico, attuali e anche solo concettuali, in particolare le navi da guerra, come ad esempio la nave Littoral, e gli aerei stealth, in aggiunta a tutte le versioni del’universo Marvel. Abbiamo cercato di prendere da ognuno qualcosa che i fan potessero riconoscere come Marvel e che la gente potessse accettare come familiare.

Il ponte dell’Helicarrier è stato il punto di partenza, volevamo ricostruire qualcosa che potesse essere un punto di ritrovo per tutti gli eroi. Inoltre, essendo il ponte di comando di un enorme nave da guerra, doveva essere sufficentemente impressionante. La mia più grande paura è che una volta che dopo aver visto la maestosità del ponte di comando, il resto degli interni non coincidesse con quell’aspettativa. La progettazione della maggior parte degli interni è stata organizzata intorno all’idea che tutte le stanze sia sospese e collegate dai ponti; che i motori siano separati dai ponti e che gli spazi sottostanti siano “appesi” dai ponti stessi. Ciò ha comportato la creazione di una serie di tubi e ganci che percorrevano tutta la nave. Ciò ha contribuito a sviluppare lo stile architettonico per il look della nave. I montanti e le “costole” che si vedono in tutta la nave fanno riferimento a questa originale idea.[…]

La conformazione degli alieni è stata un’idea di Joss e di Ryan Meinerding. Sono stato letteralmente rapito dai disegni di Ryan. Ho amato la fusione tra la parte organica e quella tecnologica. Contemporaneamente allo sviluppo di questo mondo, cercavo di trovare delle struture che permettessero a queste creature di stare nel nostro mondo.

The Avengers, basato sul popolare fumetto della Marvel, è il kolossal di Joss Whedon nonchè crossover dei film Iron Man, Iron Man 2, L’incredibile Hulk, Thor e Captain America – Il Primo Vendicatore. Con un cast stellare (Robert Downey Jr., Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Samuel L. Jackson, Jeremy Renner, Scarlett Johansson tra gli altri), il film vede i supereroi riuniti per combattere una minaccia globale. Il film arriva nelle sale statunitensi il 4 maggio 2012, in Italia dal 25 aprile 2012.

Articolo a cura di Anthony Stark.

The Avengers: ulteriori dettagli sugli effetti visivi


Parlando con FXGuide (ma voi la potete leggere qui), il progettista Jayse Hansen, specifica il coinvolgimento e il lavoro che è stato fatto su The Avengers, relativamente agli schermi usati sull’Helicarrier dello SHIELD e l’HUD di Iron Man, dalla Cantina Creative:

All’inizio gli schermi dell’Helicarrier erano come lavagne “vuote”. Abbiamo iniziato con quelli che avevano i disegni del veivolo stesso, poi su quelli che avevano ogni singolo scomparto dello stesso e il relativo scopo. Siamo arrivati alla fine a pensare che gli schermi che doveva avere a disposizione Fury, dovevano dare una visione globale sia dell’Helicarrier che del mondo intero. Ci sarebbero state una serie di mappe del globo. C’erano anche filmati sulla sicurezza che venivano direttamente dai notiziari. Quelli della Hill, dovevano essere più dettagliati, non è il capo, ma doveva avere la possibilità di accedere a tutto dal suo schermo.[…]

Per quanto riguarda l’HUD di Iron Man, abbiamo cercato di renderlo più sofisticato e organico dei precedenti. Ho scritto tre quaderni di disegni. Per la Mark VII abbiamo creato anche una modalità battaglia quando attacca gli alieni. Ho pensato che per renderlo più drammatico potevamo girare il tutto di 180 gradi. A Joss è piaciuta molto.

 

The Avengers, basato sul popolare fumetto della Marvel, è il kolossal di Joss Whedon nonchè crossover dei film Iron Man, Iron Man 2, L’incredibile Hulk, Thor e Captain America – Il Primo Vendicatore. Con un cast stellare (Robert Downey Jr., Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Samuel L. Jackson, Jeremy Renner, Scarlett Johansson tra gli altri), il film vede i supereroi riuniti per combattere una minaccia globale. Il film arriva nelle sale statunitensi il 4 maggio 2012, in Italia dal 25 aprile 2012.

Articolo a cura di Anthony Stark

Stan Lee parla dei film Marvel e del successo di The Avengers


Stan Lee ha parlato, in una nuova intervista, dei film Marvel, del successo di The Avengers e del suo ruolo da produttore esecutivo di queste pellicole:

Nessuno aveva predetto un cosi grosso successo per The Avengers…

Oh, avrei dovuto dire a tutti che sarebbe stato questo grosso successo! Non so perchè non l’avevano predetto. Non poteva fallire! Ha nel cast alcuni dei personaggi più famosi del mondo! Hai una gran sceneggiatura, un grande regista, dei grandi attori e un mio cameo…Come si poteva fallire?

Il film ha incassato un miliardo. Vedrai qualche percentuale, giusto?

Devo ammetterlo: non vedrò un soldo. Faccio interviste a riguardo, tutto il glamour, le persone mi dicono “Ho amato quel film, Stan!”…Ma non partecipo al profitto.

Ma sei coinvolto come produttore esecutivo di queste pellicole. Non dovresti ricevere qualcosa?

Si, ma questo è solo un titolo onorario. Beh, sarebbe bello ricevere qualcosa. [ride] Ma ho ben compreso la situazione. Non ci penso. Sono veramente felice che la gente l’abbia apprezzato, sono felice che stia andando bene al box office, e anche se non l’ho girato io, sembra che abbia molti meriti per questo! [ride]

Quale personaggi ti piacerebbe vedere al cinema?

Non vedo l’ora di vedere il Dottor Strange e Pantera Nera.

Questi film sono in fase di sviluppo?

Ho la sensazione che potrebbero esserlo. Sicuramente sono presi in considerazione ora.

Un personaggio che avresti voluto creare?

Beh, sarebbe stato bello se avessi creato Superman [ride] 

Articolo a cura di Fabioisanhero

The Avengers: ulteriore featurette sugli effetti visivi


In un articolo il supervisore Payam Shohadai della LUMA, ci spiega il loro contributo agli effetti visivi nel film di Joss Whedon, The Avengers:

Per noi, la scena artisticamente più coinvolgente è stato quella di Thor e Coulson sul ponte Helicarrier durante la notte. Questa scena comprendeva ogni piccolo dettaglio del ponte, e ha richiesto un’illuminazione rigorosa e sopratutto che il tutto fosse il più realistico possibile. L’assetto della scena era difficile perchè conteneva un sacco di oggetti metallici con riflessi sfocati, che sono notoriamente difficili da rendere realistici.

Questo era il nostro terzo film dove usiamo Arnold [software di rendering], continuando a sviluppare gli strumenti e le tecniche intorno a questo entusiasmante renderer. Per accelerare i tempi di lavorazione durante la fase di sviluppo, abbiamo sviluppato un sistema di rende la memorizzazione nella cache per l’anteprima più performante, e ottimizzato lo sviluppo di un gran numero di oggetti. Per le riprese esterne, c’erano da ricreare grandi nuvole volumetriche, le abbiamo ricostruite con un sistema di costruzione basata su liquidi Maya. C’erano diverse scene di Thor che chiama un Tornado, che ci ha dato la possibilità di migliorare l’effetto passando dal sistema FumeFX a quello Maya.

The Avengers, basato sul popolare fumetto della Marvel, è il kolossal di Joss Whedon nonchè crossover dei film Iron Man, Iron Man 2, L’incredibile Hulk, Thor e Captain America – Il Primo Vendicatore. Con un cast stellare (Robert Downey Jr., Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Samuel L. Jackson, Jeremy Renner, Scarlett Johansson tra gli altri), il film vede i supereroi riuniti per combattere una minaccia globale. Il film arriva nelle sale statunitensi il 4 maggio 2012, in Italia dal 25 aprile 2012.

Articolo a cura di Anthony Stark.