La fedeltà di The Amazing Spider-Man


Con l’uscita di The Amazing Spider-Man al cinema, i fedelissimi della vecchia trilogia di Sam Raimi hanno lanciato il sasso: “non è fedele al fumetto”. La risposta qual è? Senza andare a toccare i vecchi film (che sono fedeli a loro modo), vi mostriamo se questo nuovo reboot di Marc Webb è fedele o meno al fumetto.

1. L’ULTIMATE PETER PARKER
Peter Parker nel film non è uno sfigato con gli occhialoni e preso di mira? No? Semplice: il Peter del film è il Peter dell’universo Ultimate in cui Peter era sfigato ma non cosi tanto da venir preso di mira tutti i giorni e da piangere dalla mattina alla sera!

 

2.  PETER, LO SFIGATO DI OGGI
Dimenticatevi lo Sheldon Cooper di Big Bang Theory. Oggi gli sfigati non somigliano più a lui! Infatti gli sfigati/nerd di oggi sono tipi alla moda, che hanno un particolare gusto musicale/televisivo/cinematografico/videoludico che è la loro passione, leggono fumetti e sono piuttosto impacciati e timidi rispetto agli adolescenti popolari che perdono ancora tempo a lustrare macchine e a fare i bulletti. Non più nerd con gli occhialoni ma tipi normali con qualche passione particolare…E il film centra in pieno tutto ciò.

3. FINALMENTE GLI SPARA-RAGNATELE
“Ma che dite! Spider-Man spara le ragnatele dai polsi! L’ho visto nei film precedenti!!!”. Sbagliato! Nei fumetti Peter creava degli spara-ragnatele identici a quelli dei film, concepiti per riprodurre una simil-ragnatela che gli permettesse di svolazzare tra i grattacieli. Eh già, nonostante il morso del ragno il nostro eroe non ha mai ricevuto il potere di sparare ragnatele. Quindi in questo il film è stato più che fedele!

4. GWEN, IL PRIMO AMORE
“Ma chi è questa? Mary Jane è la sua ragazza!”. Falso. Mary Jane viene molto dopo e diventa la sua ragazza ancor più tardi nel fumetto. Gwen Stacy fu la prima vera ragazza di Peter, non contando le sue storielle e cotte per le varie Liz Allan e Betty Brant. Anche in questo il film è stato particolarmente fedele: Gwen è e rimarrà per sempre, anche nel fumetto, il suo primo e più grande amore che, ancor oggi, a distanza di anni, rimane la cosa più importante della vita di Peter. Rileggetevi Spider-Man: Blue di Jeph Loeb, per intenderci.

5. LA OSCORP ONNIPRESENTE? ULTIMATE!
Nella storia classica di Stan Lee & Steve Ditko Peter, durante una gita scolastica, veniva morso dal ragno e acquistava i poteri. Sam Raimi è stato fedele in questo. Ma nella versione Ultimate, moderna e più “cinematografica”, Peter viene morso da un ragno della Oscorp. Ovviamente il film modifica qualche dettaglio per renderlo un “thriller” ma tutto proviene da quella storia!

6. LIZARD, DI STEVE DITKO
Perchè Lizard non ha il volto come nei fumetti? E’ infedele! In pochi sanno, però, che Steve Ditko disegnò Lizard con il volto umanoide apparso nei fumetti proprio per conferirgli maggior umanità con l’alter ego umano, Curt Connors. Quindi anche qui fedele al design originale…

 7. ZIA MAY – ULTIMATE
Notate una zia May più giovane ma come sempre agguerrita? Anche qui “Ultimate”. Nella versione Ultimate zia May è una zia molto più giovane di quella classica, agguerrita e più “senza peli sulla lingua” rispetto a quella classica. Anche qui, dunque, la fedeltà c’è.

8. QUELLA RAPINA

 Sebbene il look di zio Ben sia più classico che Ultimate, il personaggio viene preso direttamente dalla sua controparte Ultimate. Ben muore in una rapina e il film cerca di far in modo che Peter, come quello classico, sia complice in un certo senso della sua morte…In Ultimate nemmeno è presente!

9. QUEL DISCORSO DA ULTIMATE
Un discorso nel film, fatto da Ben poco prima della sua morte, viene ripreso pari pari dalla prima run di Ultimate!

 10. GWEN UN PO’ MARY JANE
In Ultimate la prima ragazza diventa Mary Jane e nel primo ciclo di storie scopre subito il segreto di Peter (glielo rivela lui). La Gwen del film è ovviamente un mix impazzito tra la Gwen classica e la Mary Jane Ultimate!

 11. IL CAPITANO ULTIMATE
Anche il Capitano George Stacy è più giovane rispetto alla versione classica. Infatti George Stacy è in versione “Ultimate”!

12. IL PIANO DI LIZARD
Anche se il piano del villain può sembrare ridicolo, in realtà proviene proprio dal fumetto! Senza citare che molti ambienti del film, come le fogne, sono onnipresenti nelle storie in cui c’è Lizard…

13. LA BATTAGLIA A SCUOLA
Avete presente la battaglia a scuola tra Lizard e Spider-Man? Qualche stravolgimento qua e là ma è un chiaro omaggio alla battaglia tra Goblin e Spider-Man in Ultimate Spider-Man!

14. RICHARD E MARY PARKER
Sapete, nella versione classica i genitori di Peter sparirono ma venne a galla che erano agenti dello S.H.I.E.L.D.. Problema di diritti, dunque, e la versione cinematografica è fedele all’Ultimate dove sono scienziati che lasciano il figlio a sei anni per poi morire in un’incidente aereo.

15. IL COSTUME
Che ci crediate o meno anche il costume è fedele ai fumetti. Il costume, infatti, proviene da Spider-Man: With Great Powers della linea Marvel Knights.

A questo aggiungete che Flash Thompson nel film diventa fan di Spider-Man (e amico di Peter) come nel fumetto, che Spider-man fa battute (come nel fumetto), che Peter fa “promesse che non può mantenere” (come nel fumetto e portando ad una saga/dramma che lo sconvolgerà), che il Capitano Stacy viene ucciso dopo aver scoperto l’identità di Spider-Man e fa promettere delle cose a Peter (come nel fumetto, anche se lo uccide Octopus), in tutto il film ci sono pose e rimandi alle tavole del fumetto (gli scontri tra Lizard e Spider-man, le pose di Spider-man, l’uso delle ragnatele), Peter fa fotografie (come nel fumetto).

Tirate ora voi le somme!

The Amazing Spider-Man è il reboot dedicato all’arrampicamuri della Marvel. Diretto da Marc Webb ([500] Giorni Insieme), questo nuovo inizio vede Peter Parker (Andrew Garfield) morso dal ragno che gli darà i poteri e lo metterà contro il suo mentore, Curt Connors (Rhys Ifans), tramutatosi nel letale Lizard. Esce a luglio 2012.

Articolo a cura di Fabioisanhero

Annunci

The Amazing Spider-Man incassa 75 milioni, ulteriori concept art!


 The Hollywood Reporter riporta che The Amazing Spider-Man ha incassato fin’ora in madrepatria 75 milioni di dollari: un risultato molto buono per un reboot a breve distanza. Il film dovrebbe chiudere il week-end tra i 125 e i 140 milioni di dollari; il film dovrebbe incassare 250 milioni di dollari a livello globale entro domenica.

Intanto vi segnaliamo altri concept art dal film: li trovate cliccando qui.

 

The Amazing Spider-Man è il reboot dedicato all’arrampicamuri della Marvel. Diretto da Marc Webb ([500] Giorni Insieme), questo nuovo inizio vede Peter Parker (Andrew Garfield) morso dal ragno che gli darà i poteri e lo metterà contro il suo mentore, Curt Connors (Rhys Ifans), tramutatosi nel letale Lizard. Esce a luglio 2012.

Articolo a cura di Fabioisanhero

The Amazing Spider-Man: parla Willem Dafoe


Il Green Goblin della trilogia originale firmata da Sam Raimi, Willem Dafoe, ha parlato di The Amazing Spider-Man:

Ho un mucchio di pensieri a riguardo. Dove posso iniziare? Non l’ho visto. Non so cosa dire. Posso dire che ho visto l’anteprima e sono rimasto scioccato di come sia un’altra versione della stessa storia. Sorprendente. Auguro a loro tutto il meglio, ma penso sarà difficile battere il fascino, quel fascino ingenuo del primo originale. […]

Il sito Comicbookmovie, ovviamente, fa notare come i commenti di Dafoe siano (giustamente) di parte e che nemmeno abbia visto il film giudicando il tutto da un’anteprima e puntando il dito contro “un’altra versione della storia” (la storia di Spider-Man è quella non è che possono cambiare in toto tutto quanto!). Vi terremo aggiornati.

The Amazing Spider-Man è il reboot dedicato all’arrampicamuri della Marvel. Diretto da Marc Webb ([500] Giorni Insieme), questo nuovo inizio vede Peter Parker (Andrew Garfield) morso dal ragno che gli darà i poteri e lo metterà contro il suo mentore, Curt Connors (Rhys Ifans), tramutatosi nel letale Lizard. Esce a luglio 2012.

Articolo a cura di Fabioisanhero

59 milioni per The Amazing Spider-Man, nuovi concept art e dietro le quinte


Sono 59 i milioni incassati da The Amazing Spider-Man in due giorni di sfruttamento in madrepatria (35.8 il primo giorno, 23.4 milioni il secondo + 7.5 alle anteprime). Il film è il secondo miglior incasso del 4 luglio dopo Transformers (fece 29.1 milioni quel giorno contro i 23.4 di questo film). Il film, secondo i siti specializzati, dovrebbe assestarsi a fine week-end tra i 130 e i 140 milioni ma il Cinemascore piuttosto alto (A-) potrebbe portare ad un passaparola più che positivo per la pellicola e l’incasso potrebbe lievitare ulteriormente. Vi terremo aggiornati.

Intanto cliccando qui potete vedere un dietro le quinte della scena di lotta tra il supereroe e Lizard nella scuola; cliccando qui e qui, invece, potete vedere alcuni concept art dal film.

 

The Amazing Spider-Man è il reboot dedicato all’arrampicamuri della Marvel. Diretto da Marc Webb ([500] Giorni Insieme), questo nuovo inizio vede Peter Parker (Andrew Garfield) morso dal ragno che gli darà i poteri e lo metterà contro il suo mentore, Curt Connors (Rhys Ifans), tramutatosi nel letale Lizard. Esce a luglio 2012.

Articolo a cura di Fabioisanhero

“The Amazing Spider-Man” – Recensione di Anthony Stark


Dopo appena un lustro, la Sony ha deciso di “reboottare” Spider-Man, invece di proseguire con un quarto capitolo che si stava facendo di complicata riuscita.

Ha affidato la regia al quasi esordiente Marc Webb (500 giorni insieme), cercando di dare una rinfrescata alla saga che con il terzo capitolo di Sam Raimi, si era arenata pericolosamente. Il lavoro del regista statunitense è di quelli difficili, e gli ostacoli si sono subito notati.

Girare un film sulle origini di un personaggio cosi iconico e con alle spalle un film di successo come quello del 2002 era pieno di insidie e si poteva cedere alla tentazione di un “remake”. Purtroppo è andata così. Un pò involontariamente, le origini di Spidey sono quelle, e un pò creando delle suggestioni, come nella scena finale sotto la pioggia, e infine creando delle forzature per evitare dei fastidiosi deja-vu, come nella scena della morte di zio Ben.

Ma la delusione più grande viene proprio da quello che ritenevo il punto di forza del regista, e cioè nella storia d’amore dei protagonisti. Sicuramente c’entra anche la mancata alchimia tra i due attori, che non riescono a creare nessuna empatia con il pubblico, e d’altra parte le scelte forzate di Webb per farli sembrare due adolescenti (vedi scena sulla terrazza).

Altro punto a sfavore è la caratterizzazione di Peter Parker. Dove è finito lo sfigato che leggevo sulle tavole di Dikto e Lee; qui è mancato proprio da questo punto di vista, facendolo diventare un geek (termine per determinare quei ragazzi genialoidi e un pò timidi), ma lontano dai sfigati che conosco. Per capire cosa intendo, basta vedere una scena dove Peter segue due veri sfigati che parlano di Spidey e della forza di inerzia. Garfield ci sta fisicamente come Parker, ma manca di quella empatia che trasmetteva Maguire nei primi due film della vecchia trilogia, per assurdo sta meglio nei panni di Spider-Man, e lì mi ricorda molto l’eroe che tutti noi ragazzini abbiamo letto.

Parlando delle altre interpretazioni, trovo sopra la sufficenza quella Rhys Ifans, il suo Lizard/Connors riesce a trasmettere il malessere dell’uomo nell’essere monco ad un braccio; e la migliore, quella di Martin Sheen, che riesce a diventare un uomo comune, con degli alti ideali che cerca di trasmettere a suo nipote. Le altre poco sufficenti, come quella di Sally Field che fanno rimpiangere la vecchia zia May (Rosemary Harris).

In generale trovo il secondo atto il migliore, quello che parte quando comincia a disegnarsi il costume e a costruirsi gli spara-ragnatele, fino a quando scopre che il lucertone che va in giro per NY, non è altri che il suo amico Connors. Ecco in questa parte ho trovato diversi collegamenti al fumetto (i movimenti di Spidey, la sua ironia, il primo scontro con Lizard), mentre il primo è il peggiore, trovando proprio nella scena clou, invece il momento di forzatura maggiore, e il terzo è sufficente, anche se trovo anche qui la scelta finale totalmente priva di logica.

Alla fine ho trovato la scelta del reboot non azzeccata, ma valida solo in un senso che una scena in particolare vi farà capire.

Articolo a cura di Anthony Stark

La Sony conferma che The Amazing Spider-Man è il primo di una trilogia


Non che ce ne fosse bisogno ma la Sony Pictures ha confermato che The Amazing Spider-Man sarà il primo capitolo di una nuova trilogia:

The Amazing Spider-Man è il primo di una trilogia che esplorerà di come il viaggio del nostro eroe preferito sia stato plasmato dalla scomparsa dei suoi genitori.

The Amazing Spider-Man è il reboot dedicato all’arrampicamuri della Marvel. Diretto da Marc Webb ([500] Giorni Insieme), questo nuovo inizio vede Peter Parker (Andrew Garfield) morso dal ragno che gli darà i poteri e lo metterà contro il suo mentore, Curt Connors (Rhys Ifans), tramutatosi nel letale Lizard. Esce a luglio 2012.

Articolo a cura di Fabioisanhero

Le scene tagliate di The Amazing Spider-Man


The Amazing Spider-Man è appena uscito in Italia ma già possiamo capire quali siano le scene tagliate o le battute tagliate dal film di Marc Webb grazie ai numerosi trailers, spot e anteprime con cui siamo stati bombardati in questi mesi. Non una lista ufficiale, dunque, e sicuramente che si dovrà aggiornare nei prossimi mesi.

  • “Hai una qualche idea di chi tu sia realmente? Se vuoi la verità, Peter, vieni a prendertela! Pensi che quello che ti sia successo, Peter, sia solo un’incidente?”.Tutta una sequenza è stata totalmente tagliata creando un bel pò di buchi narrativi. Nella sequenza Peter incontra sia Connors/Lizard che Ratha nel laboratorio segreto del primo: Lizard combatte contro Peter ma anche contro Ratha e non è chiaro se il personaggio sopravviva o muoia nello scontro. Quello che si sa è che Ratha viene a sapere della doppia identità di Peter.
  • Quando Lizard arriva nella scuola di Peter, la sequenza è modificata. Lizard non spaventa due ragazze leccandole e parlandole come nella versione mostrata al Comic Con. Inoltre da quel filmato il look del villain è cambiato: nella preview era più simile al look dei fumetti attuali, ora è più simile all’umanoide disegnato da Steve Ditko.
  • Alcune sequenze random sono state tagliate: Peter che incontra Curt alla luce del giorno, Peter in cima ad un lampione, Peter che guarda un tramonto vicino al fiume, Gwen che arriva a guardare lo scontro tra Peter e Lizard a scuola, Peter e Gwen che parlano dopo che il primo l’ha portata a fare un giro tra i grattacieli.
  • Molte sequenze in prima persona sono state tagliate e/o ridotte;
  • La scena con Peter che ha un battibecco con il portiere del palazzo di Gwen è stata totalmente tagliata;
  • Alcune frasi random tagliate fuori quali “Tutti abbiamo dei segreti. Quelli che custodiamo e quelli che vi vengono portati via”, “Pronto ad interpretare Dio?” “Questa vita non è facile. Mi sono fatto dei nemici, nemici potenti…”.
  • La sequenza con il coach che chiede a Peter di giocare a football con relativa risposta “troppo pericoloso” è stata tagliata;
  • “Si fermi Dr. Connors, questo non è lei!”: una sequenza tagliata dal combattimento tra Lizard e Parker a scuola.
  • I personaggi di Martha Connors Billy Connors sono stati tagliati dal montaggio finale.

Se ne trovate altri, lasciateci un commento!

The Amazing Spider-Man è il reboot dedicato all’arrampicamuri della Marvel. Diretto da Marc Webb ([500] Giorni Insieme), questo nuovo inizio vede Peter Parker (Andrew Garfield) morso dal ragno che gli darà i poteri e lo metterà contro il suo mentore, Curt Connors (Rhys Ifans), tramutatosi nel letale Lizard. Esce a luglio 2012.

Articolo a cura di Fabioisanhero