Il Cinefumettaro va in vacanza!


Eh si, arriva la parte dell’anno che tutti voi odiate. Il Cinefumettaro va in vacanza per un paio di giorni. Quindi niente news aggiornate in tempo reale, niente scoop in anteprima. Nulla di nulla.

Dal 7 luglio fino al 12, il Cinefumettaro andrà in vacanza. Ma non demoralizzatevi! Quest’anno il Cinefumettaro avrà l’opportunità di aggiornarvi (ma non in tempo reale) in caso di scoop e notizie succolente (le altre news verranno recuperate in secondo tempo) e tornerà in tempo in tempo per il Comic Con!!!

Quindi date sempre un’occhiata alla pagina per notizie quando meno ve l’aspetterete e…Stringete i denti!

Buona vacanza, Cinefumettari!

Fabioisanhero

Annunci

Tom Hiddleston condivide il suo pensiero sui cinefumetti


Parlando con il Guardian, l’attore Tom Hiddleston, il Loki dell’universo cinematografico Marvel, condivide il suo pensiero sui cinefumetti:

I cinefumetti danno la possibilità di esplorare una moderna, spesso infedele e sempre comune mitologia, con delle verità che si possono spiegare ed esplorare. Nella nostra società sempre più secolarizzata, con tante diverse divinità e fedi differenti, i film di supereroi presentano una tela unica su cui le nostre speranze condivise, sogni e incubi apocalittici possono essere proiettati e vissuti. Società antiche hanno avuto degli dèi antropomorfi: un grande Pantheon che si è allargato nei secoli, padri e figli martiri, eroi e sfortunati amanti, anche la morte dei re – le storie che ci ha insegnato sul pericolo della superbia e il premio dell’umiltà. E’ la vita di tutti i giorni per tutti gli uomini, e ci piace. Sembra banale, ma un supereroe può essere solitario, vanitoso, arrogante e orgoglioso. Spesso supera queste debolezze per il bene della comunità. La possibilità di redenzione è proprio dietro l’angolo, ma bisogna guadagnarla.

Hulk è la metafora perfetta della nostra paura per la rabbia, le sue conseguenze distruttive, il suo fuoco distruttivo. Non c’è un anima su questa terra che avrebbe voluto gridare “Hulk Spacca!” almeno una volta nella vita. E quando la rabbia si raffredda, tutto ciò che rimane è la vergogna e il rammarico. Bruce Banner, l’umile alter ego di Hulk, è costernato per la rabbia che emana Hulk. C’è un altro supereroe Bruce Wayne/Batman – è  come Amleto: un’anima meditabonda, incompresa, sola, per sempre condannato a vendicare l’ingiusto assassinio dei suoi genitori. Captain America è il manifesto dell’eroe di guerra: il leader naturale, l’eroe di guerra. Spider-Man è l’eterno adolescente – l’alter ego Peter Parker è l’incarnazione del suo segreto – il suo pensiero indipendente e potente.

Articolo a cura di Anthony Stark.