The Wolverine : aggiunti quattro nuovi attori – Update


Come sapete, le riprese del nuovo capitolo su Wolverine sono imminenti. Il famoso blog SSH, ci aggiorna scrivendo che sono stati scritturati 4 attori di etnia giapponese :

Hiroyuki Sanada (“Lost,” Rush Hour 3, The Last Samurai) interpreterà Shingen; il veterano Hal Yamanouchi (The Life Aquatic with Steve Zissou, Push, Sinbad of the Seven Seas) sarà Yashida; e le giovani attrici Tao Okamoto and Rila Fukushima saranno Mariko e Yukio.

Dopo poche ore un’altra notizia, questa volta di THR, aggiunge due nomi, e sopratutto i villain del film di James Mangold :

Will Yun Lee (Hawaii Five-O) sarà niente di meno che Silver Samurai, mentre Brian Tee (Grimm e The Burn Notice) sarà Noburo Ori, ministro della giustizia corrotto in procinto di sposare la figlia di un boss della yakuza (la donna sarà, inoltre, l’oggetto dell’interesse sentimentale del supereroe Marvel che da il titolo alla pellicola)

Le riprese di The Wolverine inizieranno a metà 2012 per un’uscita fissata nel luglio 2013. Hugh Jackman tornerà a vestire i panni del mutante artigliato della Marvel; in questo sequel Wolverine si troverà in Giappone, scavando sul suo misterioso passato di cui non ricorda più nulla, incrociando nuovi amori e nuovi nemici.

Articolo a cura di Anthony Stark

Annunci

Rumor: il teaser poster di The Wolverine?


Screen Rant ha pubblicato quello che sembra essere il primo teaser poster di The Wolverine. La fotografia, rivela il sito, sarebbe stata scattata negli uffici del regista James Mangold. Screen Rant ha contattato la Fox a riguardo per capire se il poster è reale oppure è una fan art; vi terremo aggiornati per le novità.

Le riprese di The Wolverine inizieranno a metà 2012 per un’uscita fissata nel luglio 2013. Hugh Jackman tornerà a vestire i panni del mutante artigliato della Marvel; in questo sequel Wolverine si troverà in Giappone, scavando sul suo misterioso passato di cui non ricorda più nulla, incrociando nuovi amori e nuovi nemici.

Articolo a cura di Fabioisanhero

The Wolverine, Hugh Jackman: “vedremo la rabbia di Wolverine”


Hugh Jackman è tornato a parlare di The Wolverine, il sequel sull’artigliato mutante della Marvel:

Penso che abbiamo la possibilità di dare giustizia al personaggio stavolta, di centrarlo. Non ci siamo ancora riusciti. Nell’ultimo film abbiamo complicato il tutto con troppi personaggi. In questo ci saranno più donne, il che è fantastico. Il primo film su Wolverine era cosi mascolino! Il nuovo film sarà incentrato maggiormente sul personaggio. Non penso che abbiamo mai visto la sua rabbia rappresentata bene su schermo. Abbiamo dato troppo spazio al “chi sono io? Da dove vengo? Oh no, ho perso la memoria!”.

Articolo a cura di Fabioisanhero

Hugh Jackman parla di The Wolverine e X-Men 4!


Hugh Jackman, storico interprete di Wolverine, è tornato a parlare di The Wolverine, il sequel di X-Men Le Origini: Wolverine:

Se non fosse per il mio nuovo film, Les Miserables, saremmo pronti ora. Ora che James Mangold è a bordo siamo praticamente pronti. Ma se volevo far funzionare tutto avrei dovuto cominciare a girare The Wolverine praticamente ieri. Quindi ho dovuto stoppare, non siamo pronti del tutto. Presto lo saremo.

Molti registi volevano fare questo film. Sono felice di dirvi che è a causa della sceneggiatura, che è ottima. James è arrivato con una chiara idea di come sarebbe dovuto essere il film. Ha fatto tanti, tanti generi. Guardate “Quel treno per Yuma”. E quando ha iniziato a parlare de “Il texano dagli occhi di ghiaccio” ho detto “siamo sulla strada giusta ora”. Ha un paio di idee che hanno risolto alcuni problemi che erano rimasti irrisolti anche nella versione di Darren Aronofsky.

Quando un regista arriva a bordo di un progetto ha una sua visione sul film. Cosi James ha ingaggiato Mark Bomback per cercare di renderlo proprio. Darren ha lavorato ad una versione della sceneggiatura che andava bene per lui ma non per James. James pensa che alcune cose funzionano, cose che magari funzionavano per Darren. Ma la sceneggiatura di partenza è comunque ottima, è di Chris McQuarrie.

E’ più dark, più fedele al personaggio. […] C’è un matrimonio e tutta questa roba. Abbiamo preso licenza su questo. E ci sono più ragazze in questo rispetto al precedente.

Jackman ha poi parlato del possibile X-Men 4:

Non so se ci sarà. Io lavoro su un film alla volta.

Articolo a cura di Fabioisanhero

The Wolverine: posticipate le riprese, Sarai Givaty nel cast?


Deadline riporta che le riprese di The Wolverine, sequel sull’artigliato mutante interpretato da Hugh Jackman, potrebbe subire un nuovo rinvio. Inizialmente le riprese erano previste per questa primavera ma l’abbandono del regista Darren Aronofsky e la tragedia che ha colpito il Giappone hanno costretto la Fox a posticipare il tutto; dalle ultime notizie sembrava che la produzione potesse iniziare a fine anno per una possibile uscita nel tardo 2012, grazie anche alla conferma di James Mangold alla regia. Ora però la Fox spiega che non c’è nessuna data di uscita ufficiale e che le riprese dovrebbero partire intorno alla primavera del 2012; questo permetterebbe a Jackman di partecipare anche a Les Miserables, il suo prossimo film.

In una nota a margine, un rumor non confermato spiega che Sarai Givaty è stata provinata per il ruolo di una “sexy cacciatrice”. Vi terremo aggiornati.

Articolo a cura di Fabioisanhero

Hugh Jackman aggiorna ancora su The Wolverine


Hugh Jackman è tornato ad aggiornare su The Wolverine, parlando del regista James Mangold:

C’erano un paio di registi interessati al progetto perchè abbiamo una sceneggiatura straordinaria, ma l’idea di James era quella vincente. E’ fenomenale. Darren Aronofsky voleva chiamare il film The Wolverine e io ho deciso di farlo chiamare cosi anche ora. Perchè sento che questo è il film definitivo su Wolverine. Questo è il film che tra 20 anni suggerirò agli altri “vedetelo”.

Jackman ha poi parlato brevemente del suo cameo in X-Men – L’inizio:

Conoscevo Matthew Vaughn perchè doveva girare X-Men – Conflitto Finale. Ho adorato fare quel cameo. E’ stata la frase più facile che ho dovuto mai imparare.

Articolo a cura di Fabioisanhero