The Amazing Spider-Man: i produttori “Proto-Goblin? Mai preso in considerazione!”

I produttori di The Amazing Spider-Man, Avi Arad Matt Tolmach, hanno parlato di un paio di questioni riguardanti la pellicola di Marc Webb, mettendo “fine” ad anche un rumor apparso molti mesi fa online:

Perchè Norman Osborn non è nel film?

Arad: Per noi, in questo film, Norman non era “un volto importante”. E’ più come un’idea simbolica (la Oscorp Tower) del mondo della scienza. E’ un posto dove suo padre lavorava. E un posto in cui Connors lavora. E ancor più importante è un posto dove Peter aspira ad entrare. Uno, perchè suo padre lavorava lì. E due perchè si distingue per essere un posto all’avanguardia nel progresso della scienza e della biotecnologia. Quindi la minaccia di Norman è al top ed è cosi anche nei fumetti. Potete leggere qualsiasi fumetto e veder menzionato qualcosa che non appare per altri due numeri…

Tolmach: Avevamo molto da raccontare in questo film e il Dr. Connors è un personaggio davvero “ricco” ed è con lui che volevamo trascorrere più tempo, nel rapporto tra Peter e il Dr. Connors. Se si avventura nella Oscorp e verso Norman già in questo film…Uhm…Devi avere solo un quantità limitata di tempo sullo schermo. Come ha già detto Avi lui è al top di quest’edificio e delle vite di queste persone e, beh, sapete…Faremo altri film.

Peter nel film è responsabile della nascita di Lizard, lo sarà anche di quella di Goblin?

Arad: se si guarda attentamente a quello che affligge Norman, se si vuole, in un certo senso, l’incrocio genetico tra specie e tutta questa parte della scienza è ciò di cui ha bisogno per sopravvivere. Ovviamente sosterrà questo tipo di scienza all’ennesima potenza e all’ennesima potenza è ciò che sta accadendo nei laboratori di tutto il mondo; cellule staminali, clonazioni, ecc. Quindi hai Norman che è al top di quest’edificio e poi hai Connors. E poi c’è l’uomo che aveva la soluzione ai loro misteri che, però, è scomparso. E quello è il papà di Peter.

Tolmach: Sono tutti, in un certo senso, i topi da laboratorio di Peter. C’è qualcosa di cui Norman ha bisogno e in quel posto anche gli altri hanno i loro bisogni. E Peter diventa il piccolo topolino. Norman è il burattinaio ed è qualcosa a cui arriveremo.

In Dark Reign Osborn dimostra di essere forte anche senza dover diventare Green Goblin. E’ questa la soluzione che verrà adottata nella saga?

Arad: Il Goblin potrebbe essere un qualcosa che potrebbe comparire per un breve lasso di tempo oppure il Goblin potrebbe essere il protagonista di una storia intera. La storia è su Norman e questo film ha mostrato, senza ombra di dubbio, che Peter Parker qui è lo studio più interessante. Il fatto che lui diventi Spider-Man è grandioso, ed è la metafora per un sacco di cose ma Peter funziona cosi bene. E Norman ha bisogno di funzionare molto ma molto bene e diventare quel classico villain della Marvel che ha un motivo personale per quel che sta facendo. E il fatto che sorvolerà l’aria e combatterà Peter è inevitabile. Ma non è la sua storia principale.

Tolmach: Lui, come Connors, e questo è importante, è collegato a Peter Parker. Si possono trovare gli accenni di tutto ciò nel film, ovviamente, attraverso il suo rapporto con il padre e con il Dottor Connors. Norman Osborn, l’uomo, è di fondamentale importanza per la storia che sta arrivando.

Arad: E’ tutto incentrato sui segreti. Norman ha un segreto, Connors ha un segreto, il papà di Peter ha un segreto e ora anche Peter ha un segreto…Tutti questi accenni durante il film ti dicono: “quindi se ha funzionato su Peter, oh Signore, questo ragazzo non avrà un momento di pace” e penso sia una cosa interessante da guardare.

Tolmach: Norman è un personaggio interessante e, ovviamente, è inevitabile che un giorno vedremo il Green Goblin. Quel che abbiamo fatto, e quel che faremo sempre, è tornare a quel che rende la storia migliore. Tornare alla ricerca di Peter che è ancora chiara alla fine del film, e che ci porterà verso i villains, è la miglior versione di come capire chi sarà il tuo prossimo nemico.

Tutti sanno il destino di Gwen nei fumetti. In questo film era compreso e poi è stato cambiato oppure mai compreso e salvato per i sequel?

Arad: No, sarebbe stato troppo veloce! Ci ha portato via tutto il film per sviluppare questo nuovo rapporto. Per mostrarli veramente affiatati cosi t’innamori di loro come coppia, cosi che più vuoi che loro stiano insieme più grande sarà poi la tragedia. Se la introduciamo nel primo film e ci sbarazziamo subito di lei, non ha senso.

E’ stato rumoreggiato che Irrfan Khan avrebbe interpretato Proto-Goblin. E’ vero?

Arad: Non so da dove questo sia spuntato fuori, sicuramente non da noi. Abbiamo tentato di inserire più villains in passato ed è una cosa difficile da gestire, soprattutto in un film sulle origini come questo. Inoltre, non c’era nessuna ragione.

Infine vi mostriamo una cover di F*** Magazine dedicata al film e alcuni concept art su Lizard (cliccando qui):

 

The Amazing Spider-Man è il reboot dedicato all’arrampicamuri della Marvel. Diretto da Marc Webb ([500] Giorni Insieme), questo nuovo inizio vede Peter Parker (Andrew Garfield) morso dal ragno che gli darà i poteri e lo metterà contro il suo mentore, Curt Connors (Rhys Ifans), tramutatosi nel letale Lizard. Esce a luglio 2012.

Articolo a cura di Fabioisanhero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...