Bryan Q. Miller parla della presenza di Batman nell’undicesima stagione di Smallville

Lo scrittore e produttore esecutivo di Smallville Bryan Q. Miller, parla a CBR, dell’introduzione di Batman nell’undicesima serie di Smallville (serie a fumetti) e se era previsto lo stesso nella serie TV:

C’è mai stata la possibilità di vedere Batman nella serie TV Smallville ?

In realtà, non credo che avesse in qualche modo ragione di esserci per come abbiamo impostato la storia, ma all’inizio di ogni stagione – in particolare negli ultimi anni, dopo che è stata creata la DC Entertainment – c’è stata una speranza. “Forse possiamo inserire Batman quest’anno”. E poi, inevitabilmente, “No, mi spiace. Niente Batman quest’anno”. Avevamo altri personaggi da inserire. Ci siamo chiesti se potesse legarsi in qualche modo con un personaggio. […] Ad un certo punto, in un episodio abbiamo quasi introdotto Vandal Savage – quello con Dean Cain – avevamo un personaggio in fase di sviluppo e nel momento in cui lo dovevamo introdurre abbiamo saputo che la New Line doveva sviluppare qualche cosa, così abbiamo dovuto cambiare e farlo diventare un personaggio generico denominato Curtis Knox facendo solo pensare che fosse probabilmente Vandal Savage. Roba del genere poteva succedere con Batman con il tempo.

Il “Detective” Arc del fumetto digitale Smallville: stagione 11, poteva avere lo stesso sviluppo con la serie TV ?

Penso che solo da un punto di vista logistico. Le quattro parti della storia “Detective” che stiamo sviluppando è un film d’azione, in sostanza. E’ come “Arma letale”, o “Bad Boys”, è un film poliziesco con Bruce e Clark amici mentre si muovono attraverso l’avventura. E diventa esponenzialmente più grande e sempre più grande col passare del tempo attraverso i quattro temi. Quindi, di nuovo, da questo punto di vista, no, non avremmo potuto fare altrettanto su “Smallville”. Forse, vi è una sequenza d’azione tra la trentesima e la sessantesima pagina che sarebbe stata probabilmente il massimo di quello che potevamo permetterci di fare con Batman in “Smallville”, ma non l’intera storia. Dal punto di vista emotivo, c’era qualcosa che il personaggio di Batman avrebbe potuto fare a Metropolis, ma non è certamente qualcosa che abbiamo potuto sviluppare perché non abbiamo avuto tempo.

Articolo a cura di Anthony Stark

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...