The Avengers: parla lo scenografo James Chinlund

In un’intervista alla rivista HeroComplex, lo scenografo del film The AvengersJames Chinlund, ci svela i segreti della pellicola :

La sfida più urgente era quella di far coesistere, personaggi provenienti da mondi diversi con dei linguaggi visivi diversi, nel nostro mondo al giorno d’oggi. Con il film di Iron Man, la Marvel ebbe tale successo che cominciò a pensare di creare una continuity cinematografica plausibile, anche se la tecnologia di Iron Man non è di questo mondo, ma si poteva farla diventare reale. C’è stata molta cura per mantenere plausibili determinate scene. Ho sentito un tremendo senso di responsabilità verso tutti gli altri artisti e scenografi che hanno lavorato nei precedenti film, nel consegnare un mondo equilibrato e coeso, pur mantenendo le peculiarità di ogni personaggio.

Per quanto riguarda la Stark Tower. Quella che si vede è la rappresentazione finale dell’idea che Stark avesse preso l’edificio della MetLife (ex PanAm), gli togliesse la parte finale, e ne aggiungesse una personalizzata. L’altezza arrogante dell’edificio è l’essenza di Stark. Come scenografo, questo era il set più gratificante da allestire, essendo cresciuto a New York e guardando quel palazzo tutti i giorni per tutta la vita, poter modificare la sua storia, per sempre, è stata un’opportunità straordinaria. Nello scegliere l’edificio MetLife abbiamo anche studiato la topografia delle strade, ricche di passaggi nel sottosuolo unici a New York, come il viadotto sul 42esima Strada e le gallerie che stanno dietro alla Grand Central Station, per non parlare della stazione stessa, la deflagrazione finale ci darà molte idee per il futuro.

L’Helicarrier è stato un altro risultato impressionante per il film. E ‘stata una sfida enorme mettere insieme tutte le versioni dell’Helicarrier che si sono succedute nel corso della storia Marvel e la creazione di un esercito e relativi mezzi militari che apparissero realistici e plausibili agli occhi degli spettatori, senza creare a loro una senso di incredulità. Penso che tutte le persone coinvolte si sono impegnate a rendere un mostro lungo 1500 metri realistico durante la battaglia nella stazione e non qualcosa che si fosse schiantato sulla terra in una palla di fuoco. Durante la nostra ricerca abbiamo guardato tutti i tipi di veicoli, storico, attuali e anche solo concettuali, in particolare le navi da guerra, come ad esempio la nave Littoral, e gli aerei stealth, in aggiunta a tutte le versioni del’universo Marvel. Abbiamo cercato di prendere da ognuno qualcosa che i fan potessero riconoscere come Marvel e che la gente potessse accettare come familiare.

Il ponte dell’Helicarrier è stato il punto di partenza, volevamo ricostruire qualcosa che potesse essere un punto di ritrovo per tutti gli eroi. Inoltre, essendo il ponte di comando di un enorme nave da guerra, doveva essere sufficentemente impressionante. La mia più grande paura è che una volta che dopo aver visto la maestosità del ponte di comando, il resto degli interni non coincidesse con quell’aspettativa. La progettazione della maggior parte degli interni è stata organizzata intorno all’idea che tutte le stanze sia sospese e collegate dai ponti; che i motori siano separati dai ponti e che gli spazi sottostanti siano “appesi” dai ponti stessi. Ciò ha comportato la creazione di una serie di tubi e ganci che percorrevano tutta la nave. Ciò ha contribuito a sviluppare lo stile architettonico per il look della nave. I montanti e le “costole” che si vedono in tutta la nave fanno riferimento a questa originale idea.[…]

La conformazione degli alieni è stata un’idea di Joss e di Ryan Meinerding. Sono stato letteralmente rapito dai disegni di Ryan. Ho amato la fusione tra la parte organica e quella tecnologica. Contemporaneamente allo sviluppo di questo mondo, cercavo di trovare delle struture che permettessero a queste creature di stare nel nostro mondo.

The Avengers, basato sul popolare fumetto della Marvel, è il kolossal di Joss Whedon nonchè crossover dei film Iron Man, Iron Man 2, L’incredibile Hulk, Thor e Captain America – Il Primo Vendicatore. Con un cast stellare (Robert Downey Jr., Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Samuel L. Jackson, Jeremy Renner, Scarlett Johansson tra gli altri), il film vede i supereroi riuniti per combattere una minaccia globale. Il film arriva nelle sale statunitensi il 4 maggio 2012, in Italia dal 25 aprile 2012.

Articolo a cura di Anthony Stark.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...