Editoriale: The Avengers è il nuovo Twilight (e le ragazzine s’improvvisano fans)

Uno dei problemi maggiori di un film tratto da fumetto è che quando arriva al cinema viene dato in pasto ad un vasto pubblico. Anche a quel pubblico che pensa che i fumetti siano roba per bimbi e che leggerli sia una pratica infantile e superata. Quella stessa gente, poi, si reca in massa a vedere i film tratti dai fumetti non capendo che sono tratti da quei stessi fumetti che loro disprezzano e giudicano, appunto, “infantili”.

Questo non è un male, però. Dagli anni 2000, quando il genere del cinefumetto – prepotentemente – ha invaso Hollywood sempre più con almeno cinque adattamenti all’anno, la gente ha iniziato a rivalutare il genere e i cosiddetti “supereroi”, creando un vero e proprio culto e sdoganando, in fortissimo ritardo, i fumetti, la fonte originale di tali pellicole. Cosi, adesso, mentre questi film macinano incassi miliardari e critiche sempre più ottime, i fumetti vengono stravenduti e i personaggi riescono a sdoganarsi ed uscire anche fuori dalle pagine dei fumetti. Prendiamo il caso di Iron Man. E’ lì nei fumetti dagli anni ’60 e, a parte i lettori Marvel, nessuno se “lo cagava” di striscio. Oltretutto il personaggio era piuttosto ambiguo, alcolizzato e arrogante, lontano dai personaggi “acchiappa-pubblico” come Spider-Man. Eppure, grazie a due film di successo (tre se contiamo The Avengers) il personaggio oggi gode di una popolarità mai avuta per oltre quarant’anni ed è, attualmente, una delle stelle più brillanti del panorama dei supereroi Marvel.

Il problema, però, nasce proprio ora. Il successo planetario di The Avengers ha sdoganato il genere molto di più (rispetto a Il Cavaliere Oscuro che era un film meno adatto ad un pubblico cosi vasto) ed ha portato al cinema non solo i soliti nerd (noi amanti dei fumetti e dei personaggi), gli adolescenti e le famiglie ma anche anziani e, soprattutto, giovani ragazze, attratte più dal cast di attori “belli” che dalla storia o dei personaggi. Cosa c’è di male? Niente, se non che in queste settimane su Facebook stanno nascendo un milione di pagine (conto quelle italiane) sul tema Avengers che promettono interessanti informazioni e aggiornamenti sul film (e magari sequel o altri film Marvel). Peccato che non sia cosi.

Molte di queste ragazze (sto generalizzando, non tutte, sia chiaro) si dichiarano “fans” ma non sanno assolutamente nulla riguardo la Marvel o tali personaggi. Molte di queste non sanno nemmeno che prima di Avengers 2 verranno realizzati Iron Man 3, Thor 2 Captain America 2. Non lo sanno perchè non sono veramente fan. “Chi è quel mostro che appare sul finale nei titoli di coda?” domanda una delle presunte fans. “Hellboy” risponde l’altra. Hellboy? Hellboy non è nemmeno della Marvel! Ecco il grado di tali pagine che cercano d’idolatrare solo gli attori ma non il film, spacciandosi per fans quando sono “fan occasionali”. La verità è che The Avengers è il nuovo Twilight, un fenomeno di massa che genera non-fans e ragazze “arrapate” (triste il mio ricordo all’anteprima romana del film in cui c’erano SOLO ragazzine urlanti che non sapevano nulla del film ed erano lì solo per gli attori! Le non-fan per eccellenza, insomma).

Ma stiamo tutti tranquilli. All’uscita del nuovo capitolo della saga di Twilight tutte si dimenticheranno di Avengers. Almeno fino ad Avengers 2.

Articolo a cura di Fabioisanhero

Advertisements

3 thoughts on “Editoriale: The Avengers è il nuovo Twilight (e le ragazzine s’improvvisano fans)

  1. spidey_fan ha detto:

    noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo….
    i vendicatori sono leggende non possono essere paragonate a twilight… T_____T

  2. Agito87 ha detto:

    concordo non bestemmiamo paragonando marverl a twilight per favore lo chiedo in ginocchio. ok una massa di fan ad acclamare la solita americanata con un branco di gnocconi a fare da protagonisti. crisi isteriche ed ormoni a palla di ragazzette forse nemmeno maggiorenni ma alla fine è un fantastico film … twilight no °_°…e secondo me ora di avengers 2 nemmeno si ricordano gli attori dell’uno e non entrano neanche nel cinema i giorni che lo danno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...