The Avengers: parlano la ILM e la Weta VFX

Discutendo con il sito AWN, i supervisori Jeff White della ILM e Guy Williams della Weta, ci spiegano come sono stati raggiunti gli altissimi livelli degli effetti visivi su Hulk e Iron Man in The Avengers:

JW: abbiamo preso tutto il materiale su cui abbiamo lavorato negli ultimi 10 anni e lo abbiamo usato per portare Hulk a livelli straordinari. Una delle prime decisioni che abbiamo preso, è stata quella di usare Mark Ruffalo anche nei movimenti del gigante di giada. Non solo nei movimenti in motion capture, ma anche negli occhi, nella bocca e nei denti. Abbiamo raccolto una quantità di dati enormi, per fortuna Mark è una persona molto piacevole con cui lavorare. Abbiamo catturato molte immagini di Mark, abbiamo fatto un calco della sua testa, delle sue mani e dei suoi piedi, ogni particolare di Hulk veniva da Mark. E’ stata una fortuna non partire da zero.

C’è un momento in cui Bruce Banner, coscientemente, prende la decisione di trasformarsi in Hulk. C’è qualcosa di veramente grandioso in questo. Il nostro Hulk non solo sembra davvero fatto bene intorno agli occhi, ma ha anche i peli del corpo, i capelli, le braccia, i peli del naso. Sapevamo che si sarebbero fatti un sacco di primi piani, per cui non abbiamo ricreato solo la pelle, ma abbiamo aggiunto la barba lunga, abbiamo creato un pò di capelli bianchi intorno alle tempie, cosi per renderlo più simile a Ruffalo.

La pelle è stata colorata con un tono di verde più credibile. Lo abbiamo potuto fare togliendo la saturazione, perché sennò sarebbe venuto fuori un verde molto vivace. Ha avuto modo di stare accanto agli altri Vendicatori e avere un aspetto naturale. Uno degli aspetti più delicati è stato il livello di sudore. Volevamo farlo sembrare sudato ma non che avesse un aspetto di plastica. Lo abbiamo utilizzato in rilievo piuttosto che utilizzare dei lucidi che lo avrebbero reso di plastica. Tutto questo per avere un interazione con l’ambiente, farlo saltare e farlo schiantare, nel modo più credibile possibile.

GW: abbiamo collaborato con la ILM, anche se il nostro lavoro è unico e difficile da collegare con altri lavori. Ma in questo caso lo abbiamo fatto; abbiamo preso i loro modelli e li abbiamo modificati al nostro sistema, perchè diverso da quello che usano loro. Ne usiamo uno chiamato UDIM.[…]

Qui, per Iron Man, siamo tornati ad avere un reattore ARC tondo, ma il cambiamento più significativo, sono stati l’aggiunta dei razzi sotto l’addome. E’ stata una scelta cosciente di Joss, per dare a IM una spinta in più. Inoltre sono state aggiunte delle armi, un laser e dei missili sulle cosce.

Per il Leviatano, non volevamo che sembrasse un delfino, per cui dovevamo trovare il giusto equilibrio per la velocità, troppo veloce risultava piccolo, troppo lento era noioso da vedere. Abbiamo aggiunto dell’elettricità che va verso il basso da un lato, e una fonte di calore che viene da sotto per smuovere il terreno.

The Avengers, basato sul popolare fumetto della Marvel, è il kolossal di Joss Whedon nonchè crossover dei film Iron Man, Iron Man 2, L’incredibile Hulk, Thor e Captain America – Il Primo Vendicatore. Con un cast stellare (Robert Downey Jr., Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Samuel L. Jackson, Jeremy Renner, Scarlett Johansson tra gli altri), il film vede i supereroi riuniti per combattere una minaccia globale. Il film arriva nelle sale statunitensi il 4 maggio 2012, in Italia dal 25 aprile 2012.

Articolo a cura di Anthony Stark.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...