Josh Brolin parla del suo K in Men in Black 3

Al blog Zap2it, l’attore Josh Brolin, ha parlato come è riuscito a portare sullo schermo la versione giovane del personaggio di Tommy Lee Jones nel film di Barry Sonnenfeld, Men in Black 3:

In realtà eravamo fuori a cena con i fratelli Coen e mi hanno chiesto di fare la versione buffa di Nick Nolte e di Tommy Lee Jones, poi successivamente qualcuno di chiama e ti propone di fare il personaggio di Tommy in versione più giovane, per un film che vedranno un miliardo di persone. Appena ho accettato, sono andato in un hotel in messico con il mio computer e la mia band. Mi sono sentito talmente frustrato, che volevo chiamare la Sony e dirgli che stavano sprecando i loro soldi, perchè pensavo di non saperlo fare, poi all’improvviso ha cominciato a funzionare. Alla fine fare film drammatici è più divertente che fare commedie, perchè per compensare il dramma che viene fuori si cerca di sdrammatizzare il tutto. Sembra tutto un clichè, ma è vero quando dico che io non sono il tipo che vuole fare megafilm a palate, ma è quello arrivare al momento della morte e guardare indietro e farmi una risata.

Articolo a cura di Anthony Stark

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...