Captain America: Chris Evans parla di come è nato il personaggio

In un’intervista alla Marvel, Chris Evans ha parlato di come è nata la caratterizzazione del suo personaggio in Captain America – Il Primo Vendicatore:

Qual’è stato il tuo allenamento per adattarti al ruolo ?

Mi sono allenato tutti i giorni con un allenatore per 4 mesi. E’ stato massacrante. Di solito fai tre serie di un esercizio per poi passare ad un altro. In questo caso facevo un’ora sullo stesso muscolo. La durata e l’intensità sono state massacranti.

Ma la cosa più difficile era il mangiare. Sono naturalmente un tipo magro come un fuscello, così per mantenere una certa corporatura, ho dovuto seguire una determinata dieta fatta di pollo e pesce; ne ho mangiato cosi tanto che alla fine ne avevo la nausea, ma alla fine ce l’ho fatta.

Sullo Steve magro che ci puoi dire ?

Quando abbiamo iniziato a parlare di come fare Steve magro, si era pensato inizialmente di usare un altro attore più magro, ma io ho risposto che se la scena fosse stata seduto o sdraiato non me importava, altrimenti il corpo è parte dell’artista come qualsiasi altra cosa. E Joe (Johnston il regista) ha concordato.

Come è stato lavorare con Joe Johnston ?

E’ stata una buona esperienza. E’ un tipo accomodante, comprensivo e rispettoso, e ti sa ascoltare.

Cosa ci puoi dire sullo spirito della pellicola, che è più umano che propagandistico?

Non stavano cercando di fare un film sulla bandiera. Ma abbiamo fatto un film che parla di valori, morale, e su qualcuno che fa la cosa giusta. Si parla prima di compassione verso qualcuno e in ultimo di giustizia.

In un’altra intervista a Ain’t It Cool News, Evans torna a parlare del film e aggiunge qualcosa sul rapporto tra Steve Rogers e Tony Stark nel film sui Vendicatori:

Sul contesto storico in cui è ambientato il film (WWII)?

Spero che il film vada bene e che l’eventuale seguito continui ad avere dei piccoli flashback. Mi piace che continui ad essere ambientato durante la seconda guerra mondiale, trovo che sia molto “cool“. Devo dire che mi piacciono i film in costume, amo camminare sul set, e come tutta la strada, le auto, i segni, il guardaroba siano di quell’epoca. E’ bello impersonare qualcuno come Steve, cioè che mantiene un carattere puro con tutta quella “merda” che gli sta intorno.  Il suo personaggio è uno che è davvero un pesce fuor d’acqua al giorno d’oggi. Oggi è tutto veloce, come un lampo. E’ impersonale. E’ Tony Stark. Steve, invece è molto più sano e sincero, diretto e il suo carattere si adatta a quel periodo storico, per questo spero che il sequel sia ambientato lì.

Sul rapporto con Tony Stark ?

Nel film sui Vendicatori si farà riferimento al rapporto che Steve ha con Howard Stark (il padre di Tony) e sul fatto che lo stesso Tony sentirà parlare molto di Steve da giovane.

Sul collegamento tra il film di Captain America e quello sui Vendicatori?

Il rapporto che ci sarà tra Tony e Steve nel film sui Vendicatori risentirà del rapporto che Steve ha con Howard nel film su Captain America. Tony è sinonimo di modernità, ha stile, è sarcastico, ha un comportamento egoista, mentre Steve viene da un mondo dove il sacrificio per la patria e per i compagni è visibile in ogni azione. La dinamica tra i due influenzerà molto il film e il rapporto che Steve ha avuto con il padre di Tony farà in modo che tra i due non ci sia simpatia. Considerando anche il rapporto non buono tra Tony e il padre (ride)

Articolo a cura di Anthony Stark.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...