“Lanterna Verde” – Recensione di Fabioisanhero

Iniziamo questa recensione chiarendo una cosa: Lanterna Verde è un personaggio che mi piace molto. E quando annunciarono finalmente un film su di lui ringraziai piangendo il Signore per aver dato una possibilità anche a quest’eroe più volte bistrattato dal grande schermo.

Ma torniamo a noi. Quando ho letto le recensioni poco entusiaste dei critici americani mi sono domandato: ma questo film fa veramente cosi schifo? Ma poi mi sono risposto: si sa come sono i critici, cercano difetti anche quando non ce ne sono, e hanno dei gusti raffinati a differenza del pubblico. Poi sono arrivati i risultati al box office (un flop) e le critiche dei fan e del pubblico (ipernegative) e ho iniziato a preoccuparmi: farà davvero schifo?

Lanterna Verde rappresenta tutto ciò che non bisogna fare in un film con un potenziale enorme. Prendete un personaggio che potrebbe essere oro, fate scrivere una sceneggiatura (ottima) ma poi decidete di farla riscrivere (non si sa per qual motivo), chiamate l’attore simpaticone di turno e rendete il film una commedia trash anni ’80. Risultato? Beh, ve lo devo pure dire? Se dovessi trovare un paragone oserei dire che questo film è il Ghost Rider della Dc Comics: un attore che cerca di fare il buffone per un oretta e mezza, effetti speciali cosi e cosi, una sceneggiatura iperdebolissima e poi, quando si arriva al dunque, mostrare dei miseri combattimenti di 30 secondi. Insomma un film debole, discreto, insulso, “guarda e dimentica subito”.

Chissà cosa avranno pensato alla Warner Bros., alla Dc Entertainment o cos’avrà pensato lo stesso Geoff Johns quando hanno preso Ryan Reynolds nel cast: “abbiamo trovato un nuovo Robert Downey Jr., possiamo girare il nostro Iron Man!”. Peccato che Reynolds nel film dimostra l’1% del carisma di Downey Jr. e che il film risulti immondizia rispetto al film di Jon Favreau. Se inizialmente il lato buffo di Hal Jordan, “copia” del Tony Stark cinematografico anzichè del personaggio cartaceo, fa sorridere poi tutto diventa dannatamente noioso e privo di senso quando si cerca di far ridere quando non si dovrebbe o quando si cerca di rendere trash il tutto quando non si dovrebbe affatto. Per non parlare che Blake Lively non è Gwyneth Paltrow e, nonostante si lasci guardare molto volentieri, dà vita ad un’interpretazione piatta ed insulsa, senza dover citare la loro “relazione” senza senso e banale che mi fa rimpiangere la pochezza della relazione tra Jane Foster Thor nel film di Kenneth Branagh!

Ma cos’altro non funziona? I villains. Hector Hammond appare per alcune sequenze brevi e quando dovrebbe (potrebbe) diventare dannatamente spaventoso e dar vita ad un cattivo ottimo…Zac, arriva Parallax a rubargli la scena. Perchè? Per poi cosa? Perchè è più fico? Perchè è un mostro divora-città fatto pure male in computer grafica? Per poi cosa…??? Per fargli combattere Hal solo 20 secondi esatti? Ma stiamo scherzando? Non che Hammond fosse il villain dei villains…Per tre quarti di pellicola l’attore Peter Sarsgaard si limita ad urlare come una femmina e ad incutere “sorrisi” anzichè timori…Ma ecco, continuare con Hammond avrebbe sicuramente giovato alla pellicola.

Gli effetti visivi non sono malaccio e nonostante non arrivino a vette incredibili non sono mai sottotono (se non per il costume+mascherina di Hal…Davvero fintissimi!). Quello che distrugge il film – oltre alle interpretazioni e alla sceneggiatura che sembra scritta da scimmie tossicodipendenti – è il montaggio. Non capisco cos’abbiamo fumato il regista Martin Campbell e il montatore prima di lavorare al film ma alcune scelte di montaggio sono assai discutibili e alcune scene importantissime (leggasi=il giuramento di Hal) vengono montate con altre sequenze senza motivo. Forse per creare suspence? Per creare analogie? Non è chiaro ma il risultato è orribile e spezza non poco il ritmo del montaggio. E al montaggio aggiungiamo le scene d’azione che in un ora e mezza saranno 4-5 minuti e basta. Cioè, davvero pensano di appagare lo spettatore con combattimenti di 50 secondi?

Mettiamoci anche l’infida durata di un oretta e mezza scarsa che – sul finale – ti accorgi di aver assistito ad un lungo prologo infinito fatto di dialoghi trash e scenette comiche ma non troppo. Ma in un film cosi non tutto è da buttare. Si salvano in extremis il Sinestro di Mark Strong, Tomar-Re Kilowog…Tre personaggi ottimi buttati nel cesso e relegati a 10 minuti di pellicola, quasi fossero camei e basta.

Insomma, questo Lanterna Verde non mi ha convinto. Non mi è piaciuto. Sembra l’X-Men Le Origini: Wolverine o il Ghost Rider della Dc Comics. E’ ironico perchè è il primo film curato dalla Dc e verrebbe da chiedersi se non è meglio che ne stessero fuori e a curare i loro film venissero chiamati solo persone esterne (un pò come Christopher Nolan con il suo ottimo Batman)…Insomma: Lanterna Verde è un film insulso che fa piangere noi cinefumettofili per il cosi tanto potenziale sprecato in una pellicoletta che dovrebbe piacere solo ai bimbi di 5 anni che non faranno altro che comprarsi Hot Wheels a go-go (perchè ora venitemi a dire che la sequenza in cui Hal crea una pista di Hot Wheels non è stata girata per far vendere più giocattoli!). Per tutti gli altri si spera in un reboot tra un paio d’anni o, in extremis, in un sequel (attualmente improbabile) che cambi le carte in tavola. Ma non tantissimo…Dovrebbero cambiare tutto.

VOTO? 5.5 su 10

P.s. Menzione speciale alla scena trashissima in cui Hal arriva – con mascherina – a casa di Carol e questa non lo riconosce nonostante…Cavolo, ha una maschera di 2 cm, come fai a non riconoscerlo? Tante risate per una scena sicuramente scritta per non far ridere. Che in un film dove le battute che dovrebbero far ridere NON fanno ridere e scene che dovrebbero essere serie fanno ridere…Beh…Non aggiungo altro.

Annunci

One thought on ““Lanterna Verde” – Recensione di Fabioisanhero

  1. Max ha detto:

    Mamma mia che tristezza. La voglia di vedermelo a casa in anticipo cresce a dismisura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...