La storia dietro il perduto Superman: Man of Steel

Nel 2006 uscì in tutto il mondo Superman Returns di Bryan Singer che (ahimè) abbandonò la regia di X-Men: Conflitto Finale (e si portò via anche la sua sceneggiatura del film…sigh) per dedicarsi al rilancio (più che rilancio, remake) dell’Uomo D’acciaio dei fumetti Dc Comics. Quello che uscì fu un film mediocre per i fan che rimasero scontenti. Anche a causa di un risultato al box office per lo studio non soddisfacente lo studio optò per annullare il sequel del film, titolato Man Of Steel a cui Singer già stava lavorando, e rilanciare un ennesimo reboot sul personaggio in arrivo nel 2012 e diretto da Zack Snyder.

Ma la curiosità è grande. Qual’era la storia del sequel perduto? IESB rivela di avere i dettagli di quella storia. Ed ecco per voi i punti salienti. Giudicate poi voi se avreste voluto comunque vedere questo film o è stato meglio reboottare di nuovo il tutto:

Il film iniziava poco tempo dopo gli eventi narrati in Superman Returns. Kal-El fa quello che sa fare meglio come Superman, Lois bada a Jason che è ormai il figlio di Superman e la Terra è felice di riavere il supereroe. […]

Ricordate la nuova Krypton che ha creato Lex Luthor con i cristalli rubati nella Fortezza della Solitudine e con la Kryptonite e che Superman ha lanciato nello spazio e lo ha quasi ucciso? Bene questa nuova Krypton è ancora nello spazio e continua a crescere assumendo la forma di una sfera perfetta, è della stessa grandezza della luna.

[…]Una grande nave si avvicina a questo nuovo pianeta, Superman vola da loro e facciamo la conoscenza dei visitatori. Ricordate tutta la vicenda di Superman Returns in cui lui torna su Krypton per scoprire se è letteralmente l’ultimo figlio di Krypton? Bene, tra i visitatori della navicella c’è un tizio proveniente proprio da Krypton, un sopravvissuto. […]

Superman gli mostra la Terra, un pianeta pieno di problemi, disastri, caos, guerre. L’amico Kryptoniano gli domanda perchè con i suoi poteri non aggiusta le cose e lui spiega che non può interferire con lo sviluppo della Terra. […] Ma il sopravvissuto inizia comunque ad interferire dal primo giorno. […] Dichiara che non lascerà più agli esseri umani la possibilità di scatenare guerre e distruzione […].

Superman inizia ad essere insospettito dal tizio e arriva sulla navicella per scoprire particolari su di lui. Trova miliardi di cloni dell’amico […], poi entra nel computer kryptoniano alla ricerca di ulteriori informazioni e scopre che il tizio non è altro che un intelligenza artificiale che è cresciuta da quando il loro pianeta è stato distrutto. E’ scappato da Krypton come ha fatto Kal-El, il suo nome è Brainiac. Ha passato il tempo andando di pianeta in pianeta, rubando la loro tecnologia, aiutandoli a riappacificarsi per poi distruggerli.

Superman cerca di avvertire la terra ma Brainiac ingaggia una lotta con lui. […] Brainiac trasferisce la coscienza di Superman in uno dei suoi cloni. Superman realizza che deve distruggere tutta la nave con tutti i cloni per vincere. […] Brainiac intanto inizia la ricerca di un altro corpo kryptoniano in cui trasferire la sua intelligenza artificiale e trova il corpo del piccolo figlio di Superman, Jason.

Il figlio di Jason inizia a crescere divenendo in pochissimo tempo un adulto controllato da Brainiac. […] Superman realizza che deve confrontarsi con il suo unico figlio. Sa che deve sconfiggere suo figlio se non vuole che la terra venga distrutta. […]

Ogni volta che Brainiac veniva battuto, questo trasferiva la sua intelligenza artificiale nel corpo di un altro kryptoniano. Senza ormai altri corpi in giro se Superman battesse Brainiac/Jason è cosciente che suo figlio morirebbe per sempre.

E’ la metafora di Gesù Cristo. Superman deve sacrificare il suo unico figlio per salvare il mondo.

IESB conclude qui il racconto. Che ne dite? Avvincente? Oppure…Meglio il reboot?

Annunci

3 thoughts on “La storia dietro il perduto Superman: Man of Steel

  1. Carlo Ippolito ha detto:

    Per la precisione, sarebbe la metafora di Dio che sacrifica il suo unico figlio, ma la sfida del figlio al padre, l’intervento di una divinità malefica e la battaglia rendono azzardato il paragone.
    Invece il tema dell’eroe costretto a combattere e uccidere il suo unico figlio ricorda la storia di Re Artù, che nella battaglia riceve una ferita che non guarisce, e abbandona la terra degli uomini, pronto a tornare quando la Britannia sarà in pericolo. In questo caso, l’eroe negativo che si impadronisce della mente del figlio sarebbe modellato sulla incantatrice Morgana.

  2. tanya ha detto:

    ma xè mettono nel dimenticatoio sempre le idee migliori……………………la trama è davvero interessante quel qualcosa di diverso che ci voleva,xchè x quanto grazie alla tecnologia il reeboot è sempre piacevole,xè superman è un personaggio che ci piace,xò è la prima volta che si parla del figlio di superman avuto da lois laine!!!!!!!e sarebbe stato davvero un successo secondo me,perchè era un qualcosa di meravigliosamente nuovo………vedere la vita del piccolo jason,e la paternità di superman,e poi la terribile realtà della trama….a me il film superman return è piaciuto,ma mi ha deluso un pò proprio xè superman sacrifica sempre affetti e famiglia,ed un figlio invece,vederli crescere insieme x sapere come e cosa succede,era davvero un’idea da non abbandonare…….!!!!!!!!!ma xè prendono sempre la decisione sbagliata,riproponendoci,sempre le solite idee!!!!ripensateciiiiiiiiiiiiiiii enon ve ne pentireteeeeeeeeee!!!!!!sarebbe potuto venir fuori davvero un film ch3 di certo non avrebbe deluso nessuno sopratutto,x quel qualcosa di nuovo di cui si ha bisogno!

  3. tanya ha detto:

    perfavore a chi mi dovrei rivolgere……… x mandarequesto messaggio a voce alta che non è non solo mio ,ma questo è un pensiero condiviso da moltissimi!!!!!!!!con questa trama sarebbe venuto fuorii un filmm da non perdere ,e la novitàà,che tanto aspettiamo!!!ripensateciiiiiiii ripensateci,questo film con questa trama non merita di essere cancellato ,ma è il sequel giusto per il personaggio di superman che non morirà mai tra i ricordi di molti,solo reeboot ,non è la scelta giustaaa!!!!!!!questo sequel lo era davvero poteva venir fuori un film che in molti avrebbero voluto vedere,e che in molti finalmente aspettavano…complimenti al regista ,lo sceneggiatore e chi lo aveva scritto,ed è davvero una delusione enorme invece CHI lo ha CANCELLATO!!!!!!RIPENSATECI ,RIPENSATECI è L’IDEA GIUSTA!NON POTETE NON CAPIRLO DA SOLI,PUò SUCCEDERE CHE UN FILM NON ABBIA IL SUCCESSO ASPETTATO,E MAGARI CI ABVETE PENSATO AL PERCHè,…NON SI CONTANO PIùI REEBOOT DI SUPERMAN DI BATMAN E ALTRI… CI VOLEVA INVECE QUALCOSA DI NUOVO COME QUESTO SEQUEL!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...